Lavori di Marzo: è l’inizio del risveglio

NELL’ORTO A marzo inizia il risveglio primaverile, il periodo invernale è ormai al termine e quello primaverile è già alle porte. In questo mese le ore di luce giornaliera aumentano decisamente, la temperatura si fa più mite e quasi tutte le piante riprendono a vegetare. Nell’aria si avverte il profumo delle prime fioriture. Tutto questo fa risvegliare in noi la voglia di scaricare le energie trattenute durante l’inverno, e non vediamo l’ora di darci da fare nell’orto con semine e trapianti. Bisogna comunque non lasciarsi prendere troppo dall’entusiasmo, seminando e trapiantando troppo presto perché, a causa di qualche gelata tardiva, potremmo rischiare di vedere compromessa la riuscita di alcune colture. Nell’orto, in questo periodo, si può iniziare a sistemare le aiuole che sono già state vangate e letamate nel mese scorso, si può preparare il terreno per le semine sminuzzando le zolle con una zappa e affinando il terreno con un rastrello. A lavoro finito, nell’attesa delle prime semine, potete proteggere temporaneamente il terreno lavorato da eventuali piogge prolungate con dei teli plastici che toglierete appena cessa il mal tempo. Salvo qualche eccezione, è consigliabile eseguire i trapianti e le semine sempre a file, così potrete individuare più facilmente le plantule appena saranno germinate e avrete facilitati i successivi lavori di sarchiatura, di diradamento e di diserbo manuale o meccanico, lavorando tra le file delle piante coltivate. Se la temperatura lo permette potete seminare in pieno campo per tutto il mese: bietola, carota, cipolla bianca e colorata, lattuga, pisello, ravanello, spinacio, prezzemolo e rucola. In semenzaio protetto o in serra: melanzane, peperoni e pomodori; ricordate però che queste solanacee...